Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2006

My Funny Valentine

Immagine
Volava rapido tra i palazzi e i gratacieli. Sentiva il vento spettinargli il ciuffo di riccioli biondi davanti agli occhi, fischiargli freddo accanto alle orecchie, e proseguire velocissimo dietro le sue spalle. Saliva oltre le antenne televisive, evitava le parabole satellitari, zigzagava tra i comignoli e poi scendeva. Tagliava la cima degli alberi, scansava i lampioni e sfiorava i cartelli stradali. Arrivava fino a quasi accarezzare l'asfalto, poi cabrava e risaliva più alto di prima.
Stendeva le ali per planare e le richiudeva per passare attraverso i passaggi più stretti, roteava negli stormi dei piccioni e accompagnava il volo dei passerotti impauriti.
Girava da più di un'ora, oramai. Stava quasi per desistere.

Si fermò a mezz'aria sul tetto di un palazzo, poi scese delicatamente per sedersi su una grondaia ammaccata. Richiuse le ali, stirò i muscoli di braccia e gambe per poi lasciarli cadere penzoloni, sbuffando.

Guardando la strada sottostante, notò un leggero m…

Sogno o son Desktop?

Apro gli occhi lentamente e mi ritrovo disteso a pancia in giù. La testa appoggiata all'angolo del cuscino, sommersa dalle coperte fin sopra le orecchie, nella posizione che da anni mi concilia il sonno e nella quale mi ritrovo sveglio la mattina.

Non so come, ma mi viene istintivo far scivolare il mio braccio fino alla parte opposta del letto,
dove sento le coperte fredde e stropicciate.

Dietro di me sento un fruscio continuo e famigliare, quello che il mio cervello chiama acqua della
doccia.

Mi giro supino e mi siedo sul letto, appoggiando i gomiti alle ginocchia, guardandomi attorno e stropicciandomi la faccia rigata dalle pieghe delle lenzuola.
Sono un po frastornato, ma incredibilmente riposato.
Il fruscio si ferma.

Lei esce in quel momento dal bagno. E' avvolta nel mio accappatoio, le maniche rivoltate e la
cintura che le fa due giri attorno alla vita.

- Buongiorno - mi dice con un sorriso
- Buon giorno... - rispondo automaticamente
- Dormito bene? - continua strofinandosi i capelli…