Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2007

Non ammazzarmi, ti prego, non ammazzarmi

- Arrisi! -
Urlo a squarciagola nel corridoio pieno di studenti spaventati, un branco di zainetti che fugge lontano da me, si accascia contro i muri tenendosi la testa tra le mani, cercando di non incrociare il mio sguardo e al contempo fissi sui movimenti della pistola che ho in mano.

Passo accanto a Dilano. L'anno scorso mi ha falciato durante una partitella a calcio e sono atterrato malamente sul cemento spaccato del cortile della scuola. Il prof nemmeno ha fischiato il fallo, era troppo distratto dal sobbalzare delle tette delle mie compagne di classe che giocavano a pallavolo.
Le mani graffiate, gli occhiali storti e la tuta strappata. E lui che non faceva che ripetermi "alzati, non ho fatto niente". Arrivato a casa ho pianto.
Mi fermo, mi giro e gli assesto un calcio nelle palle. - Adesso? E' fallo questo? -

- Arrisi! - urlo ancora.
Lo vedo, in fondo al corridoio, in mezzo agli altri che si fanno contro le pareti, topi in trappola che sono scappati dalla parte sbagli…