Post

Visualizzazione dei post da Agosto, 2009

Marte, Nasa, Obama, P..., Q..., Robot

Immagine
La NASA è al verde. Le costosissime missioni spaziali sono ormai diventate un peso davvero insostenibile per l'economia americana, specie con la crisi non ancora del tutto scollinata. "Non c'è alcuna probabilità che la Nasa riesca a imbarcarsi in una qualche missione nello spazio più profondo prima del 2028." ha dichiarato Norman Augustine, presidente della commissione nominata da Obama per una revisione generale dei conti dell'ente spaziale.
Del resto, il presidente Obama ha per la mente un problema sicuramente più urgente del ritorno sulla Luna, ovvero la creazione di una sanità pubblica. Tema non facile da digerire per le lobby americane ma piuttosto condiviso dall'opinione pubblica, sebbene attualmente distratta dagli short della First Lady.
Si pensa quindi ad un discorso opposto invece per la Nasa, ovvero una lenta ma progressiva privatizzazione dello spazio. Già da qualche anno, infatti, diversi sono stati i miliardari che si sono imbarcati come turisti n…

La Cyber-Guerra sui Social Network

Immagine
"MILANO - All'indomani dell'attacco che ha reso irragiungibile Twitter per tre ore (e ha "degradato" alcune funzionalità di Facebook, LiveJournal e YouTube, che però hanno retto meglio), gli esperti di sicurezza avanzano le prime ipotesi sull'accaduto.

CYBERGUERRA - Scartata la teoria che aveva preso piede nelle prime ore, secondo cui il blocco sarebbe stato causato da un gruppo di spammer. Secondo Bill Woodcock, direttore di un'agenzia indipendente che monitora il traffico online, l'attacco è partito da una regione del Caucaso, l'Abkazia, attualmente contesa tra Russia e Georgia. Il blocco di Twitter, Facebook e YouTube sarebbe quindi una conseguenza della cyberguerra che da mesi si sta consumando tra i due paesi dell'ex Urss. Già lo scorso anno, durante il conflitto armato, erano stati presi di mira diversi siti governativi georgiani.

UN SOLO BLOGGER - Ma c'è di più. Come ha spiegato un portavoce di Facebook a Cnet, all'origine dell&#…

Mafia online

Immagine
(ANSA) - CATANIA, 1 AGO - Il pizzo si aggiorna e arriva su internet: forza la password per Messanger, la cambia e chiede 150 euro per comunicare quella nuova. E' successo a un minorenne di Catania, cui hanno modificato 'l'identita' per l'accesso nella chat e dopo gli hanno chiesto soldi per farsi dire la nuova e riappropriarsi del suo profilo web. Sulla vicenda e' stata aperta un'inchiesta, ipotizzati i reati di accesso abusivo a sistema informatico e tentativo di estorsione. I sospetti sono un altro minorenne.

Questo probabilmente si ricollega ad un post che scrissi tempo fa. State attenti!!