20100325

Viola Speranza

"Sarebbe stata una questione di eredità la motivazione che ha spinto nella giornata di ieri Viola Speranza, 32enne incensurata, ad assalire e uccidere la nonna ottantenne Adelina Fumagalli. La donna è stata portata all'ospedale con numerose echimosi ed un profondo trauma cranico, ma per lei non c'è stato nulla da fare. La Speranza è già stata condotta nel carcere di San Vittore."

Chiudo la pagina web. So come è andata, veramente. L'eredità non c'entra nulla, a mia sorella non importava dei soldi, non le importava più di nulla. Aveva visto il suo compagno caricato a manganellate su un cellulare della polizia, impacchettato e rispedito in Senegal, da dove veniva. Dalla banchina del porto aveva visto le Navi Federali salpare verso l'Africa. Gli aveva urlato tutto il suo amore in una maschera di lacrime, le avevano risposto solo il vento e le onde.

Poi, con il tempo, aveva iniziato a guarire. Eravamo andati a prendere il tiramisù che la nonna aveva fatto apposta per Viola. Un dolce-augurio, lo aveva chiamato. Stavamo salendo le scale del palazzo. La nonna stava parlando con la vicina, sul pianerottolo. Sentivamo l'eco della sua voce. Di gradino in gradino capivamo sempre più parole, afferravamo concetti.

Mancava solo una rampa di scale, all'appartamento della nonna. Una distanza più che sufficiente per carpire quello che sarebbe stato il suo epitaffio.

- a ca' tutt 'sti negher delinquent -

Il tempo d'un passo, e Viola aveva spaccato la terrina del tiramisù in testa alla nonna.

L'avevo dovuta tenere, trascinare indietro, sedere con la forza. Viola tremava, piangeva, digrignava i denti e respirava rapida. I suoi capelli castani calati sul volto rosso di mille emozioni, come il pavimento colorato di cacao e sangue.

Ci ho provato a raccontare la verità, ad una TV locale. Sono arrivate due Guardie Padane, han sequestrato la registrazione, e se ne sono andati senza dare spiegazioni esaustive.


[Documento posto sotto osservazione da parte del Ministero delle Comunicazioni Telematiche
Dipartimento di Milano, Federazione Padana, 14 Aprile 2015]

0 commenti: