20100426

Hawking è diventato Leghista?

"(ANSA) - ROMA, 25 APR - 'Gli alieni sono la' fuori e la Terra e' meglio che faccia attenzione a loro'. Lo sostiene l'astrofisico britannico Stephen Hawking. A riportare la tesi dello scienziato e' il Sunday Times nel suo sito. Gli alieni esisterebbero solo su alcuni pianeti, equivalenti a microbi o animali semplici:il tipo di vita che ha dominato la Terra per quasi tutta la sua storia. 'Se gli alieni ci dovessero visitare, potrebbero sfruttare la Terra e le risorse, come quando Colombo sbarco' in America'."

Le cose sono due: o Hawking si è rincoglionito o, peggio, è diventato leghista. E da uno scienziato del suo calibro, non me lo aspettavo.

Presupporre che ci sia vita al di fuori del nostro pianeta è lecito. Anzi, quantomai necessario. Ovvio, secondo i Bluvertigo.
Ma di qui a dare per scontato che la fuori ci siano solamente razze che vogliono da noi risorse, mi sembra un po' esagerato.
Suona un po' come "Indipendence Day" o "La Guerra dei Mondi". Certo, è possibile. Ma se una voce così autorevole da per scontato un concetto probabile, crea solo caos, psicosi.

Parlare di occupazione aliena è un po' come gli slogan elettorali che ci vengono proposti dalla Lega: il diverso è necessariamente cattivo. Ed è profondamente sbagliato pensarla così.
Perchè un atteggiamento del genere non farebbe che creare una situazione alla District 9, come già spiegato in un post dedicato.

Tenuto presente che anche i leghisti hanno iniziato a preoccuparsi del "problema alieni".

0 commenti: